Menu
energia da fonti rinnovabili mini idroelettrico

Mini Idroelettrico

Energia da fonti rinnovabili

Lo sfruttamento dell’energia dell’acqua trova le sue applicazioni fin dall'antichità, con i mulini ad acqua.

La tecnologia in campo idroelettrico è attualmente giunta a piena maturità, e il suo uso industriale ha raggiunto una amplissima diffusione.

Rimangono spazi interessanti di sviluppo negli impianti di piccola scala. È il caso di piccole turbine (da pochi kW ad alcune centinaia di kW) che consentono di produrre energia anche con portate o salti idraulici modesti.

Con il termine mini idroelettrico si intendono impianti la cui potenza nominale non supera i 10MW (10.000 kW). Per installare un impianto mini idroelettrico serve un’attenta valutazione della portata annuale e del salto del canale o ruscello in modo da calcolare con sicurezza la convenienza di un investimento o anche solo della produzione elettrica necessaria al fabbisogno di privati e piccole aziende.

La micro generazione diffusa consente di ridurre fortemente l'estensione e quindi l'impatto ambientale della rete di interconnessione in alta e media tensione, limitando al contempo le possibilità di black-out zonali e le perdite di trasmissione che sono invece presenti quando la generazione è concentrata su impianti di grande scala e deve essere poi distribuita alle utenze.

In Italia esistono numerosissime opportunità di sfruttamento dell'energia idroelettrica su piccola scala: a seguito della nazionalizzazione dell'ENEL, nel 1962, molti piccoli impianti vennero dismessi perchè ritenuti poco interessanti per le dimensioni nazionali dell'unico operatore elettrico, che puntava invece a sviluppare grandi centrali sia termoelettriche che nucleari, per fornire energia all'industria italiana in grande sviluppo.

Oggi dobbiamo imparare a recuperare queste piccole grandi opportunità di generazione elettrica pulita, che potranno contribuire grandemente al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli accordi di Kyoto, evitando che comunità e enti locali siano chiamati a pagare importanti penali, secondo le regole del "burden sharing", che prevedono che ciascuna comunità paghi se non raggiunge il suo obiettivo di riduzione di CO2 e di generazione rinnovabile.

Il mini idro ha delle peculiarità rispetto alle centrali idroelettriche di grande taglia, oltre ai vantaggi dell'uso di un'energia rinnovabile:

● Investimenti contenuti, la realizzazione di un tale impianto generalmente avviene su acqua fluente che non richiede la costruzione di opere particolarmente costose (come le grosse dighe). Questo permette un veloce ritorno dell'investimento.

● Consente un miglioramento delle condizioni idrogeologiche del territorio.

● Contribuisce alla riduzione dell'effetto serra, e quindi beneficia dei certificati verdi per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

energia da fonti rinnovabili mini idroelettrico la tecnologia

LA TECNOLOGIA

Una centrale idroelettrica o generatore idroelettrico richiede un flusso d'acqua piuttosto costante ed un salto d'acqua ragionevole (minimo 2-3 m di dislivello), noto come altezza geodetica (in inglese "head"). Esistono turbine ottimali per ciascuna altezza del salto e per la (portata) della massa d'acqua in movimento (torrente o fiume).

In un'installazione mini-idroelettrica tipica, l'acqua proviene da un bacino (lago, deviazione da un fiume, da un canale, chiusa) attraverso un canale o condotta verso una turbina idraulica. L'azione del flusso d'acqua sulle pale delle turbine permette la rotazione dell'albero del generatore, che converte il movimento dell'asse in energia elettrica.

Il mini idro viene spesso sviluppato utilizzando le dighe esistenti oppure con lo sviluppo di nuove piccole dighe che hanno come scopo primario il controllo del livello dei fiumi o dei laghi, oppure l'irrigazione. Occasionalmente possono essere acquistati siti di vecchie centrali idroelettriche, per essere nuovamente sviluppate, a volte salvando parti importanti dell'istallazione come bacini di captazione, condotte e turbine, oppure semplicemente riutilizzando i diritti idrici associati al sito abbandonato.

ETA CONSULTING grazie alla sua vasta rete di collaboratori offre i propri servizi oltre che su Torino e Provincia anche su tutto il territorio nazionale.
Per informazioni e preventivi scrivere a ✉ o telefonare ☎ 011 5691769.

Quando si vuole ristrutturare, ammodernare, costruire una casa, o realizzare impianti a servizio di unità produttive, ci si trova ad affrontare ben presto il problema dell'energia, soprattutto se si vuole risparmiare in maniera considerevole.

Spesso, però, i proprietari degli immobili non sono abbastanza informati sulle possibilità di sfruttamento delle fonti energetiche rinnovabili e non conoscono le norme di legge vigenti.

ETA CONSULTING offre la massima assistenza e una consulenza accurata per realizzare progetti che mirano a ridurre in maniera duratura i consumi energetici, salvaguardando l'ambiente e il clima.

ETA CONSULTING come consulente energetico, sarà in grado di studiare la migliore strategia per permettervi di consumare meno energia. Uno degli obiettivi fondamentali di ogni consulente energetico è quello di sensibilizzare gli utenti sugli sprechi energetici, in modo che possano ottimizzarne i consumi.

Apportare delle modifiche al proprio impianto di riscaldamento, alla copertura della propria abitazione, o diminuire le perdite e le dispersioni della struttura, sostituendo serramenti non serve a niente se durante tutta la giornata si sprecano risorse energetiche.